Verdura di stagione: il Cavolo Cappuccio

Tra le tante verdure di stagione a febbraio troviamo sicuramente il cavolo cappuccio. Le varietà di cavolo cappuccio più conosciute e utilizzate in cucina sono il cavolo cappuccio bianco e il cavolo cappuccio rosso o viola. Con questo fantastico ortaggio si possono preparare contorni di stagione e primi piatti.

In particolare il cavolo cappuccio è adatto come condimento per pasta e risotto, come ingrediente per le zuppe, le minestre e gli sformati di verdure. Inoltre è buono sia cotto che crudo, infatti lo troviamo spesso servito nelle insalate.

In cucina si possono fare tante magie, ma alcune sono più strabilianti di altre! Oggi vi proponiamo una ricetta che ha come base questo ingrediente dalle mille qualità nascoste. Oltre a essere naturalmente ricco di vitamine e sali minerali, infatti, il cavolo rosso possiede anche un inaspettato lato trasformista grazie all’alto contenuto di antocianine, responsabili della caratteristica colorazione violacea di molte varietà di frutta e vegetali: basterà aggiungere alla crema di cavolo un elemento acido come il succo di limone per variarne il pH e… voilà, otterrete una vellutata rosa! Niente alambicchi o bacchette magiche, quindi: il segreto di questo bellissimo piatto è tutto nelle diverse interpretazioni di uno stesso principio naturale. Ora che vi abbiamo svelato il trucco, a voi non resta che scoprire il sapore di questa sorprendente vellutata di cavolo rosso… siamo certi che vi conquisterà tanto quanto il suo aspetto incantato!

cavolo rosso

Ingredienti

  • Cavoli rossi 600 g
  • Panna fresca liquida 50 g
  • Scalogno 1
  • Acqua 1,5 l
  • Olio extravergine d’oliva 25 g
  • Succo di limone ½
  • Noce moscata q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

Per preparare la vellutata di cavolo rosso, per prima cosa pelate lo scalogno e tagliatelo a fettine non troppo sottili. Poi lavate il cavolo rosso sotto l’acqua corrente, dividetelo a metà, eliminate la costa dura interna e tagliatelo a striscioline con un coltello.

Ora scaldate l’olio di oliva in un tegame dal fondo spesso, aggiungete lo scalogno e rosolatelo a fiamma viva fino a quando non avrà assunto una bella colorazione dorata. Quando lo scalogno sarà ben rosolato, aggiungete il cavolo rosso al tegame (tenete da parte qualche strisciolina per la guarnizione finale), aggiungete un pizzico di sale e fatelo rosolare a fiamma viva per qualche minuto mescolando spesso.

A questo punto versate un litro di acqua nel tegame, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per 35-40 minuti senza coperchio, mescolando occasionalmente. Trascorso questo tempo, aggiungete il restante mezzo litro di acqua e lasciate cuocere per altri 10-15 minuti.

Una volta terminata la cottura, spegnete la fiamma, aggiungete la panna fresca e mescolate accuratamente. Frullate il tutto utilizzando un frullatore a immersione; quando avrete ottenuto una consistenza cremosa e uniforme, setacciate la purea ottenuta attraverso un colino aiutandovi con una spatola in modo da renderla ancora più fine e omogenea. Ora prelevate un quarto della crema ottenuta, trasferitela in una ciotolina a parte e unite a questa il succo di limone: mescolate fino a che non assumerà un colore rosa uniforme. Condite con una macinata di pepe sia la crema rosa che quella viola, e a quest’ultima aggiungete anche una grattugiata di noce moscata. Mescolate ancora una volta e siete pronti per impiattare: dividete la crema viola in due ciotole da portata, aggiungete un mestolo di crema rosa a entrambe per creare una deliziosa sfumatura di colore, poi guarnite con un ciuffetto di cavolo crudo tagliato a julienne.

La vostra incantevole vellutata di cavolo rosso è pronta per essere servita ben calda! 

 

Fonti: giallozafferano.it – greenme.it
  •  

Leave a comment