Il Dolce che fece sorridere la Regina

Non molti sanno che la crostata, un classico tra i dolci della nonna, potrebbe essere il dolce più antico della tradizione pasticcera italiana.
La sua origine non è facilmente databile, ma pare si possa ricondurre addirittura all’epoca precristiana.

Secondo un antico mito pagano la sirena Partenope avrebbe ricevuto tale dolce in dono dagli dei in omaggio al suo canto soave.

Più realisticamente sembra che il merito dell’invenzione di questa torta golosa sia da attribuire ad una suora del convento di S. Gregorio Armeno.

Nonostante fosse un dolce di origine “povera” ebbe molto successo nell’arco della storia, tanto da arrivare sulle tavole dei nobili, fino a raggiungere la corte dei Borboni.

Si racconta, infatti, che fosse l’unico dolce in grado di far sorridere la regina Maria Teresa D’Austria, moglie del re Ferdinando II di Borbone, soprannominata “la Regina che non ride mai”.

Da allora il successo della crostata ha prodotto innumerevoli varianti, anche se la vera protagonista indiscussa di questo dolce resterà sempre la pasta frolla.

Per rendere omaggio a questa torta della antica tradizione, vi riveliamo la nostra ricetta, preparata utilizzando due tipi di marmellate home made: pesche bianche e albicocche.

Per la pastafrolla:

  • 180 gr di burro
  • 250 gr di farina
  • 1 cucchiaio di lievito
  • 1 uovo intero
  • 1 pizzico di sale
  • 120 gr di zucchero

Preparazione:

Fate ammorbidire il burro e aggiungetelo in un recipiente con uovo, farina, sale e lievito.

Impastate tutto aiutandovi con un cucchiaio di legno (per non scaldare l’impasto) e solo all’ultimo utilizzate le mani per creare una pallina.  Avvolgete tutto nella pellicola trasparente e lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti.

Nell’attesa accendete il forno a 180° ed impostatelo su “ventilato”, quando sarà arrivato a temperatura prendete l’impasto dal frigo e stendetelo nella teglia, sopra la carta forno. Tenete una piccola parte del composto per le decorazioni.

Fate cuocere la pastafrolla per 10 minuti, a questo punto estraete la teglia dal forno ed aggiungete la marmellata, che avrete ammorbidito con un po’ d’acqua per evitare si bruci.

Infornare nuovamente per altri 30 minuti.

crostata marmellata dettaglio guarnizione pastafrolla

Terminata la cottura, lasciate raffreddare la crostata a temperatura ambiente e…buon appetito!

  • 5

Leave a comment